Napoli rende omaggio alla grandissima Luisa Conte: le verrà intitolato il largo del “suo” Teatro Sannazaro

Finalmente Napoli rende omaggio alla grandissima Luisa Conte: le verrà intitolato il largo del “suo” Teatro Sannazaro, da lei rimesso in sesto e da lei (ri)portato alla gloria.

Luisa Conte è stata una delle artiste più importanti del teatro napoletano del ‘900. Nata nel 1925, praticamente sulle tavole del palcoscenico di Napoli, la nonna fu ballerina di tango francese al San Carlo, esordisce in scena già a cinque anni. La sua formazione è intensa e vasta, spazia dalla sceneggiata (nella compagnia di Salvatore Cafiero e di Nunzia Fumo – poi famosissima sul grande e piccolo schermo nella “saga” di Bellavista, ricordate?) fino al varietà, alla rivista.

Nel 1939, con la compagnia fondata insieme al marito Nino Veglia partì in tournée nel Sudamerica. Fu un trionfo. Nel 1954 è scritturata da Eduardo De Filippo con il quale inizia un’intensa collaborazione artistica. Sia sulle tavole del teatro che in radio e televisione (tra le altre,  è rimasta insuperata la sua interpretazione in “Non ti pago!” di Concetta, moglie del protagonista Ferdinando Quagliulo nella riduzione televisiva della commedia).

Previous TRIDUO PASQUALE:LA PASTORALE DEL GREMBIULE NEL GIOVEDI DELLE CONSEGNE.
Next AMICHEVOLI INTERNAZIONALI : SHOW DI SPAGNA E BRASILE !

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

Tra storia e leggenda, In co’ del ponte presso a Benevento

Benevento, città sannitica, romana, longobarda e poi pontificia, è una città antichissima (“Nulla è più antico in Italia di Benevento”, sosteneva Hedward Hutton). Un gruppo di intellettuali beneventani, giornalisti, archeologi

Cultura

NEL MUSEO ARCHEOLOGICO DI POMPEI ESPOSTA “LA VENERE IN BIKINI”

In occasione della festa della donna, ieri nel Museo Archeologico di Pompei è stata esposta la “Venere in Bikini”. La scultura è stata spostata dal Museo di Napoli soltanto ieri

Cultura

Elisabetta II: un abito e una spilla speciale per festeggiare i 99 anni di Filippo

Non è facile intravederla al primo colpo. A ben guardare, infatti, si confonde con i fiori gialli del suo abito firmato Angela Kelly, una fantasia insolita per gli standard di Elisabetta II, da

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi