UN POSTO AL SOLE: COMPLEANNO DA “INCORNICIARE

 

Lunedì 21 ottobre 1996: su rai 3 alle 19, 40 in piena fascia preserale andava in onda la prima di 4.600 puntate( fino ad oggi) della più fortunata ed “unica” soap opera italiana, ambientata nella meravigliosa Napoli: stiamo parlando di “un posto al sole” che quest’anno raggiunge un traguardo importante e commovente: quello dei 20 anni di messa in onda che festeggerà con una puntata speciale in prima serata sempre su rai 3 il prossimo venerdì 21 ottobre. In questi 20 anni di cose ne sono cambiate  in televisione:la cosiddetta “ fascia preserale” che precedeva il “ prime time” ( programma di prima serata) non era così ricca di trasmissioni divertenti e in un certo senso “rilassanti” come oggi.

Un posto al sole invece è rimasto l’unico  “vero” prodotto Italiano. Un’ ambientazione suggestiva come quella di “Posillipo” ha fatto e farà  sognare tante generazioni e fans della telenovela, che soltanto sui più popolari social network come TWITTER, FACEBOOK, possono contare su oltre 1 milione di fan, non solo partenopei ma di tutta Italia. Tanti attori di Cinema, teatro e televisione hanno cominciato e consacrato la loro carriera all’interno della soap: da Ida di Benedetto, a Maurizio Aiello , definiti i “pilastri” del posto al sole per aver aperto l’era dei “PALLADINI” storica famiglia benestante dalla quale prende il nome il famoso palazzo dove si concentrano tutte le riprese, Raffaele Giordano alias  Patrizio RISPO classe 1957, il portiere di Palazzo PALLADINI, presente dalla prima puntata, Germano Bellavia( GUIDO DEL Bue), Luisa Amatucci che nella soap interpreta Silvia, la proprietaria del Caffè Vulcano altra location importante. E come non dimenticarsi di: Serena Rossi oggi famosa cantante e attrice, vincitrice della 4 edizione di tale e quale show, attualmente sposata con uno degli “storici” personaggi della soap conosciuto proprio sul set nel 2005: Andrea Pergolesi alias Davide Devenuto. Nel corso degli anni sono stati trattati temi all’avanguardia, al passo con la società che a volte sembra evolversi e a tratti “ involversi”:  la violenza sulle donne, le morti bianche, violenza sessuale, storie gay, riscontrando anche un ottimo successo di pubblico con picchi di oltre il 20 per cento di share nell’ultima stagione televisiva e punte di quasi 4 milioni a puntata con target commerciale compreso tra i 15 ed i 64 anni. Insomma come dice il detto: Gallina vecchia fa buon brodo.

Nonostante, ironia della sorte nel lontano 1997 la Rai decise di cambiare la collocazione della soap per i bassi ascolti passando dalle 19, 40 alle 20,35 fascia oraria in cui ancora oggi va in onda. Quello che piace ed appassiona del “posto al sole” ( come tutti i fan lo chiamano) non è soltanto l’esaltazione a volte forse troppo esagerata di Napoli: i suoi paesaggi, il suo dialetto ma anche le numerose stories line che si sono susseguite nel corso delle stagioni: storie d’amore, intrighi, passioni, dalla storica coppia: Marina Giordano(Nina Soldano)- Roberto Ferri, cinico imprenditore considerato il cattivo della trama, interpretato da Riccardo Carbonelli ad una delle coppie che ha appassionato milioni di spettatori sin dalla prima puntata: Angela Poggi interpretata da Claudia Ruffo e Franco Boschi( Peppe Zardo) trame non soltanto amorose ma anche sociali con protagonista Marina Tagliaferri( Giulia nella soap) altro volto storico.

L’attuale direttrice di Rai 3 Daria Bignardi considerata come “la più rivoluzionaria” direttrice rai degli ultimi 20 anni ha proibito alla produzione Rai fiction di Napoli, di mandare in onda e far girare scene di sangue, spari o altre immagini che potrebbero turbare la crescita di minori sintonizzati a quell’ora. Lo stesso comitato tv e minori si è accodato alla richiesta della Bignardi, reclamando soprattutto nella stagione televisiva 2014/2015 particolari montaggi dove si istigava al suicidio. Ma nonostante piccoli “errori” l’unica telenovela italiana rimasta sulla circolazione televisiva in un palinsesto dove ormai vengono seguiti soltanto prodotti stranieri, continua a far sognare e a divertire, grazie in gran parte alle parodie della coppia: Otello- Teresa garantendo tanti colpi di scena che faranno rimanere a bocca asciutta gli spettatori nei prossimi mesi invernali, uno fra tutti: la “probabile” uscita di scena di Marina. Da non perdere i 4 speciali che rai 3 ha dedicato ai 20 anni della Soap in onda tutti i sabato dalle 20 alle 20,30 intitolato: Un posto al sole- ricordi. Ne è protagonista Raffaele Giordano( Patrizio RISPO) uno dei personaggi più amati che facendo ordine nella guardiola ritrova oggetti e foto che gli fanno ricordare vicende e protagonisti che in questi anni hanno appassionato numerosi interpreti.

Un’ occasione per rivedere storici interpreti come Marzio Honorato, Marina Giulia Cavalli, Alberto Rossi. Ed un importante novità è quella che i fan possono interagire con i loro protagonisti- beniamini per fare domande o raccontare emozioni. Lo stesso Patrizio Rispo in una recente intervista a Dipiù Tv diretto da Sandro Mayer ha dichiarato la sua gioia di lavorare e recitare nella sua “Napoli” città dove è nato e cresciuto sia dal punto di vista umano e professionale ed alle voci di corridoio che dicono di un suo possibile abbandono all’interno della soap, risponde: “ non sono come il “Pipita” non tradirò mai la mia vita”. L’attore napoletano è un grande tifoso del Napoli e durante l’intervista si lascia sfuggire un gesto scaramantico che usa ogni volta che gioca il Napoli:” ogni volta che il Napoli gioca oltre a spegnermi tutti i telefoni, metto nel collo un corno anzi più di uno. Soprattutto contro gli juventini”. Non ci resta che guardare ogni sera su Rai 3 dalle 20, 35 la ventesima stagione di Un posto al sole ed aspettare il 21 ottobre per condividere un grande successo televisivo che coinvolge la città di Napoli, valorizzandola in tutto il suo “ splendore”.

Di Antonio Criscuolo

 

Previous Caso Soficoop, M5S: Rischio sfratto, la Giunta non convoca ancora il tavolo
Next Sanità,Ciarambino, M5S: “Chiudere il San Gennaro è una follia. De Luca e Polimeni ci ripensino”

L'autore

Può piacerti anche

Cultura

Un Sabato delle Idee interamente dedicato al vino tra arte, scienza, filosofia ed economia

“Da Socrate a Platone da Aristofane a Shakespeare. Dai grandi maestri della filosofia greca ai grandi pilastri della storia del teatro, nessuno è stato immune al fascino del vino ed

Cultura

San Gregorio Armeno: arte sacra e dissacrante

Il Natale si avvicina e vagando per i decumani ci si imbatte nella celeberrima San Gregorio Armeno. Dirigendosi verso il cardine di San Gregorio da Via dei Tribunali, sulla sinistra

Cultura

Maturità: in alcune regioni mancano i commissari esterni

A poco più di due settimane dagli esami di maturità, la nomina dei presidenti delle commissioni si presenta problematica, almeno in alcune regioni. In particolare, sono numerose le defezioni, da parte dei docenti, in Lombardia per il timore di

0 Commenti

Non ci sono commenti!

Sii il primo a commenta l'articolo!

Rispondi